L'aspirazione

Jesi città futura

«La città deve avere un ruolo diverso in un sistema urbano diffuso: serve uno slancio verso l’esterno, affinché Jesi sia a disposizione del territorio»

Il candidato Sindaco

Lorenzo Fiordelmondo

Lorenzo Fiordelmondo, 46 anni avvocato, è il candidato sindaco della coalizione di centro sinistra che si presenterà alle prossime elezioni amministrative.

Centro Sinistra unito

La coalizione

Sostengono la coalizione il Partito Democratico, Jesi in Comune, Repubblicani Europei, “Con senso civico”, Articolo 1, Sinistra Italiana, Movimento 5 Stelle, l’associazione “Fare cultura/e”, “Europa Verde”

LORENZO FIORDELMONDO

«La partecipazione è essenziale: il cittadino come attore e responsabile di quel che si costruisce in città»

Chi sono

Sono nato e cresciuto a Jesi, dove vivo con mia moglie. Sono molto affezionato al quartiere di via Roma perché vi ho passato la mia infanzia, da qui infatti viene un po’ tutta la mia famiglia. Qui resistono le tracce dell’antifascismo della nostra città, con la storia dei Martiri del XX Giugno, i ragazzi catturati in via Roma e trucidati a Montecappone, la bottega di Giulio Latini, prima vittima del fascismo nella nostra città e la fucilazione dei giovani Panti e Magnani con le tracce dei proiettili ancora scolpite sul muro. La Sezione di via Roma, il Campetto di Calcio intitolato ad Amedeo Mosconi e gli spazi della Chiesa della Madonna del Divino Amore sono stati i luoghi di gioco e di formazione politica e civile sin da giovanissimo. Un quartiere quello di via Roma, all’epoca uno dei più poveri della città, decisivo per la crescita democratica e civile di Jesi, perché denso di una relazione autentica tra i suoi residenti e di spazi di comunità che oggi mancano. Ho frequentato il Liceo Scientifico Leonardo da Vinci e mi sono laureato alla Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Bologna, che mi ha offerto forse l’esperienza più formativa della mia vita: un anno di studio all’estero, presso l’Universidad Complutense de Madrid, con il Programma Erasmus. Dal 2005 sono Avvocato e la Toga è “l’abito” che indosso con più orgoglio. Sono irrimediabilmente incuriosito da ogni capacità espressiva dell’uomo. I miei preferiti, ad oggi, sono il ciclismo ed il pugilato. Mi piace ascoltare la musica, amo diversi generi dal rock, al jazz, alla musica classica. Affido la palestra del mio pensiero alle lezioni del professor Antonio Gargano e alle letture di Emanuele Severino. L’impegno politico che accompagna da sempre i miei passi sono una naturale e inevitabile emanazione di tutte queste cose. Ho avuto il privilegio di sedere in Consiglio comunale, come consigliere, e rappresentare i concittadini e le concittadine di Jesi.

Perché mi candido

Perché amo Jesi al punto da volerla diversa da com’è. La vorrei aperta, capace di un pensiero lungo sul futuro e di uno sguardo ampio su un nuovo spazio che mi piace chiamare Sistema Urbano Diffuso. Una Jesi in grado di mettersi a disposizione del territorio che ci è attorno per dare avvio ad una progettualità di sistema, organizzata su un nuovo ambiente cittadino, rispettoso delle varie identità comunali che segnano la media Vallesina ma che sappia riconoscersi in una coscienza popolare ed una collaborazione amministrativa finalmente comune. Oltre a ciò, ritengo che Jesi abbia bisogno di tornare ad indossare il suo vestito migliore, ridare colore, attenzione, vivibilità, manutenzione ai suoi spazi quotidiani: parchi, marciapiedi, strade, la raccolta dei rifiuti, mobilità, parcheggi. Vorrei una Jesi città futura, che sia capace di recuperare l’idea di relazione tra i suoi cittadini e gli spazi che la compongono, la loro partecipazione nell’amministrazione della città. La nostra Città Futura dovrà inoltre ambire ad essere sempre più accogliente, solidale, sostenibile innovativa, inclusiva. Tante le sfide che ci attendono: quella dell’occupazione e dello sviluppo economico e sociale; quella climatica ed ecologica; quella socio sanitaria, in parte dovuta agli effetti della pandemia ma anche alle attuali disfunzioni registrate dai cittadini, nella sanità del nostro territorio. Jesi “sarà ancora più bella e se è una femmina si chiamerà Futura”.

La Fabbrica del programma

La Fabbrica del programma è un percorso volto al confronto con cittadini e cittadine, associazioni, sindacati e delle rappresentanze di categoria.
Vogliamo una politica che parta dalle idee, che raccolga i dubbi e sia sempre aperta alla relazione e al confronto con i cittadini, e che sappia costruire con l’intera comunità cittadina una nuova Jesi, una Città Futura.

Hai un’idea, una proposta, un progetto?
Vuoi organizzare un incontro con il candidato Lorenzo Fiordelmondo?
Mandaci una breve descrizione della proposta e lascia i tuoi contatti.
Verrai ricontattato per fissare un appuntamento.

GLI INCONTRI

17/03/22 ore 21.00 – PANTIERE
18/03/22 ore 18.30 – MAZZANGRUGNO
21/03/22 ore 21.00 – PIANDELMEDICO
23/03/22 ore 21.00 – SAN MARCO
29/03/22 ore 18.30 – ERBARELLA
29/03/22 ore 21.00 – DON MINZONI
30/03/22 ore 18.30 – PRATO
01/04/22 ore 18.00 – RIPABIANCA
01/04/22 ore 21.00 – COPPETELLA
06/04/22 ore 21.00 – SAN GIUSEPPE
07/04/22 ore 21.00 – MINONNA

STRADA PER STRADA

19/03/22 ore 21.00 – DAL CENTRO AI QUARTIERI MINONNA E SAN GIUSEPPE
26/03/22 ore 18.30 – DAL CENTRO FINO AL PARCO ENRICO MATTEI
02/04/22 ore 21.00 – DAL CENTRO AL BOCCIODROMO PASSANDO PER VIA ERBARELLA
09/04/22 ore 21.00 – DAL CENTRO AL PARCO DEL CANNOCCHIALE
MOVIMENTO REPUBBLICANO EUROPEO
CON SENSO CIVICO
PARTITO DEMOCRATICO
JESI RESPIRA
JESI IN COMUNE
ARTICOLO UNO
FARE CULTURA/E
MOVIMENTO REPUBBLICANO EUROPEO
CON SENSO CIVICO
JESI IN COMUNE
PARTITO DEMOCRATICO
EUROPA VERDE
MOVIMENTO CINQUE STELLE
SINISTRA ITALIANA

lorenzo@lorenzofiordelmondosindaco.it
👉Unisciti al gruppo Whatsapp.
📳 Memorizza il numero e scrivici chiedendo di essere inserito.
📲+39 353 4399401